una notizia un indirizzo

DICHIARAZIONE DI CORRETTO MONTAGGIO

Forum dedicato...

Moderatori: keepsound, Bufalo

Re: DICHIARAZIONE DI CORRETTO MONTAGGIO

Messaggiodi alessandro » lun lug 06, 2009 5:24 pm

la differenza sta nel fatto che è stato realizzato un impianto.
Esempio in ambiente domestico: collego l'asciugacapelli nella presa del bagno. Non serve certificare niente (l'asciugacapelli deve essere ovviamnete certificato CE). sarà l'intero impianto ad avere la dichiarazione di conformità.
Realizzo un impianto TEMPORANEO per fare funzionare l'asciugacapelli (collego quadri elettrici, prolunghe, ciabatte, ecc. ecc.): devo rilasciare la Dichiarazione di Corretto montaggio dell'impianto per fare funzionare l'asciugacapelli.
Quando si collega un quadro elettrico (già certificato dal suo costruttore) con un altro quadro elettrico (anch'esso certificato dl suo costruttore) l'installatore si deve assumere la responsabilità che "questa operazione di collegamento" sia fatta secondo le "regola dell'arte". Lo stesso vale per altre parti di impianto.

Tranquillo non mi sto innervosendo, mi piacerebbe soltanto essere più semplice ed esaustivo posiibile.

Questo ingegnere che tu hai contattato è una persona veramente in gamba ed onesta perchè ritengo abbia centrato il cuore del problema senza approfittare della situazione.
Alessandro
Alessandro Alì
alessandro
 
Messaggi: 166
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm

Re: DICHIARAZIONE DI CORRETTO MONTAGGIO

Messaggiodi FLASH-2002 » gio ago 27, 2009 12:12 pm

scusate vedo che c'è moltissima confusione!!
ma la dichiarazione di conformita e corretto montaggio non sono due cose ben differenti?
Se non sbaglio la dichiarazione di conformita è richiesta agli installatori di impianti elettrici, cioè coloro che costruiscono impianti elettrici, quadri, derivazioni varie e si collegano alla fonitura elettrica! Cosa che è molto diversa dall'installazione live o temporanea!! Nel nostro caso utlizziamo materiale gia cablato e certificato, quindi il nostro compito non è altro che attaccare le spine e stendere i cavi e per questo basta solo una dichiarazione di corretto montaggio, che uno abbia montato il materiale nel rispetto delle certificazioni e dichiarazioni del costruttore di quadri elettrici e apparecchiature! Dico bene? Per il corretto montaggio non ci vogliono abilitazioni particolari?? e sufficente la garanzia da parte del titolare del service??

Aspetto risposte dagli esperti!

P.S. SE Veramente esistono in questi forum. :twisted:
Stefano Romagnoli
FLASH-2002
 
Messaggi: 246
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:02 pm

Re: DICHIARAZIONE DI CORRETTO MONTAGGIO

Messaggiodi cicciobello » gio ago 27, 2009 6:50 pm

Ciao , non c'è confusione è tutto chiaro
per l'impianto elettrico devi rilasciare la dichiarazione di conformità
per le strutture e palchi devi rilasciare la dichiarazione di corretto montaggio
questi sono documenti che normalmente si rilasciano alla fine dell'allestimento da parte del responsabile tecnico del service
e ovviamente se ti avvisano prima di accettare e realizzare un allestimento
devi allegare il progetto elettrico redatto da un professionista
devi allegare il progetto di assemblaggio meccanico delle strutture redatto da un professionista
ed anche a volte il collaudo alla fine della realizzazione sia per la parte elettrica che per quella strutturale
sempre redatto da professionista
questi professionisti hanno un costo che và conteggiato bene
e chiarire altrettanto bene se a carico tuo o del committente
buon lavoro
Eugenio Nava
Avatar utente
cicciobello
 
Messaggi: 382
Iscritto il: gio nov 01, 2007 12:03 pm

Re: DICHIARAZIONE DI CORRETTO MONTAGGIO

Messaggiodi alessandro » gio ago 27, 2009 8:33 pm

Per essere più chiaro di S. Chiara:
IL SERVICE, in quanto impresa di installazione, DEVE ESSERE ISCRITTO ALLA CCIAA E ABILITATO SECONDO IL DM del 22.01.08 n°37 alle lettere A & B, PER QUANTO ATTIENE AGLI IMPIANTI ELETTRICI, VIDEO E AUDIO
A MONTAGGIO ULTIMATO, e comunque prima dell'inizio della manifestazione, IL TITOLARE DEL SERVICE DEVE RILASCIARE LA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA' secondo l'ALLEGATO I del suddetto Decreto, controfirmata dal RESPONSABILE TECNICO

SE POI IL SERVICE MONTA ANCHE LE STRUTTURE DEVE RILASCIARE la DICHIARAZIONE DI CORRETTO MONTAGGIO DELLE STRUTTURE


Saluti
Alessandro
Alessandro Alì
alessandro
 
Messaggi: 166
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm

Re: DICHIARAZIONE DI CORRETTO MONTAGGIO

Messaggiodi FLASH-2002 » ven ago 28, 2009 11:10 am

Salve Alessandro!!
Il service è si impresa di installazione, ma temporanea... non è questo che fa la differenza?
Nel caso che uno sia un tecnico freelance facente parte di una coperativa di tecnici, il materiale noleggiato che sia va ad installare, necissita di dichiarazione di conformità dell'impianto temporaneo?? Pur avendo certificazioni e conformita di tutti
i materiali? Il nostro lavoro consiste di attaccare spine ed utilizzare apparecchiature alla fine dei conti! Nel mio caso, lavorando in piccole situazioni non mi è stato mai chiesto altro oltre che la certificazione del quadro e delle apparecchiature che utilizzo.
Poi se parliamo di tournè negli stadi forse la cosa e differente a livello di sicurezza e responsabilità.
Quando e dove e mecessaria questa conformita secondo il decreto da te citato?? In tutti i casi?
Stefano Romagnoli
FLASH-2002
 
Messaggi: 246
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:02 pm

Re: DICHIARAZIONE DI CORRETTO MONTAGGIO

Messaggiodi alessandro » ven ago 28, 2009 3:28 pm

Si! in tutti i casi.
E se fino ad ora non ti hanno chiesto niente .... sei stato semplicemente fortunato.
Il fatto che l'impianto elettrico sia temporaneo o definitivo poco importa per la sicurezza delle persone.
Tu realizzi un impianto elettrico in un luogo con presenza di pubblico, definito luogo a maggior rischio in caso di incendio, e il DM 19.08.96 Titolo XIII sui locali di pubblico spettacolo non lascia dubbi in tal senso (se ancora ve ne fossero di dubbi....)
Pertanto il tecnico freelance che và ad effettuare l'installazione (nell'esempio da te fatto) deve far rilasciare dalla cooperativa la dichiarazione di conformità, in quanto, in questo caso, risulta essere la cooperativa l'impresa installatrice.
Quindi la cooperativa deve essere iscritta alla CCIAA come impresa installatrice di impianti elettrici ed elettronici (magari con la limitazione agli impianti per lo spettacolo) e abilitata alle lettere A & B del DM 37/08 (ex L. 46/90).

Saluti
Alessandro
Ultima modifica di alessandro il lun ago 31, 2009 8:05 am, modificato 1 volta in totale.
Alessandro Alì
alessandro
 
Messaggi: 166
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm

Re: DICHIARAZIONE DI CORRETTO MONTAGGIO

Messaggiodi FLASH-2002 » ven ago 28, 2009 5:23 pm

Grazie Alessandro!
Finalmente qualcuno risponde in maniera concreta ed è veramente di aiuto!
Cmq sono sicuro che da noi ancora non c'è l'esigenza da parte delle amministrazioni pubbliche a richiedere questo tipo di certificato, conoscendo e lavorando con i vari service della zona, posso garantire che l'unica cosa che si rilascia al committente è una dichiarazione di corretto montaggio e anche di responsabilità, che include tutto l'allestimento e eventuali danni che si possano provocare!
Saluto!
Stefano Romagnoli
FLASH-2002
 
Messaggi: 246
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:02 pm

Re: DICHIARAZIONE DI CORRETTO MONTAGGIO

Messaggiodi cicciobello » sab ago 29, 2009 12:06 pm

Ciao ,
giusto per rendere omaggio a S. Chiara
anche se non ti richiedono e/o non rilasci nessuna dichiarazione di conformità o di corretto montaggio o nessuna fattura , per cui non c'è traccia cartacea del lavoro
se succede qualcosa stai tranquillo che davanti ad un giudice , in molti indicheranno chi ha fatto e cosa
per cui la responsabilità delle proprie azioni , specialmente in questo genere di lavoro è molto pesante
certo tutta questa carta che gira " rompe un po' " ma basta organizzarsi e stare al passo che diventa routine normale
buon lavoro
Eugenio Nava
Avatar utente
cicciobello
 
Messaggi: 382
Iscritto il: gio nov 01, 2007 12:03 pm

Re: DICHIARAZIONE DI CORRETTO MONTAGGIO

Messaggiodi FLASH-2002 » dom ago 30, 2009 10:29 am

Sapete quale è la cosa piu difficile in Italia??? Lavorare in regola! Leggi leggette, scartoffie scartofiette, nessuno è abbastanza informato da dare inidicazioni serie precise. Quando sono andato dalla confartigianato a chiedere indicazioni per la pazza idea che mi era venuta, quella di aprire un service luci e stato un delirio!! Ore intere per spiegare di cosa si trattasse l'attivita che sarei dovuto andare a svolgere e comunque c'è sempre conflitto tra INPS e ENPALS, chi dice che devi stare con loro essendo ditta, chi con l'altro, preche tutti quelli che lavorano per lo spettacolo devono essere sotto enpals,commercialisti impreparati, ma possibile che non esiste niente che tuteli questa categoria?? dove si possono reperire informazioni scritte da leggi dove uno è obbligato a fare determinate cose per il montaggio dell'impianto! Oltre alla CCIAA ci sono altre norme? In questo caso la coperativa dove lavoro deve garantire per me, ma come si fa a procurarsi tutta la documentazione quando la serata sta per iniziare se effettivamente l'impianto lo monto io e loro non sannao nemmeno il materiale che mi porto dietro? che poi tra l'altro il girono successivo potrebbe essere tutto un altro allestimento con materiale diverso e monteggio diverso!!!
Stefano Romagnoli
FLASH-2002
 
Messaggi: 246
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:02 pm

Re: DICHIARAZIONE DI CORRETTO MONTAGGIO

Messaggiodi EdorexSinakt » sab mag 08, 2010 12:19 am

Salve, sono un artista di nuovo circo e teatro di strada, la nostra principale attività si concentra sul utilizzo di una struttura autoportante (che ci siamo fatti fare e certificare da un ingegnere un pò di anni fà) alta 6,20 m , per fare numeri di trapezio e tessuti . Da un anno a questa parte sembra che A: siamo diventati Cantiere, quindi abbiamo dovuto farci i corsi sulla sicurezza vari dal primo soccorso passando per l'antincendio fino al lavoro in fune, (mi chiedo a cosa è servito tre anni di scuola di circo professionale quando in teoria per legge dovremmo fare i numeri imbragati con doppia fune di sicurezza sopra i due metri) B: visto che montiamo la struttura, due piantane con 8 fari a led (60W l'uno)e 4 par 56 (300W l'uno) e due casse attive (400w) sembra che siamo diventati service.

Dopo l'ennesima richiesta di corretto montaggio (Le istruzioni non esistono, semplicemente abbiamo trovato il modo migliore e più veloce di montarla andando a lavorare) ho dovuto inventarmi un modello di corretto montaggio.
Ma non ho ancora capito come fare per la parte elettrica?
La mia domanda è secondo voi cosa ci serve per essere in regola e poter montare il nostro piccolo allestimento senza dover
rischiare multe assurde?
Non rispondetemi Chiama un service perchè con i cachet che ci danno e il mercato in crisi è tanto se riusciamo a sopravvivere.
Aspetto aiuto grazie
Edoardo Danieli
EdorexSinakt
 
Messaggi: 1
Iscritto il: ven mag 07, 2010 10:07 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Consigli, diritti e doveri dei tecnici per lo spettacolo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti